Se “Il Cacciatore” continua con questa mira, prima o poi si fa male

da  http://www.volosportivo.com

Abuso-dufficio-540x275

Questa la incredibile mail inviata questa mattina, in qualità di Direttore Generale AeCI, dal Gen. Giulio Cacciatore a tutti gli AeC federati:

Sent: Thursday, July 04, 2013 11:20 AM
To: Aero Club Federati
Subject: Risposta accuse rivolte all’AeCI
Per quanto riguarda le infamanti accuse rivolte all’AeCI, nella persona del suo rappresentante legale, il Commissario Straordinario, a seguito delle numerose denunce “pretestuose” presentate dalle associazioni, denominate, nel precedente statuto AeCI, FSA, e non più incluse nella compagine federativa e nell’ordinamento giuridico attuale dell’Ente,  si  ripone ampia fiducia nella Magistratura affinché, accertata finalmente la verità, sia posta fine a questi continui attacchi denigratori che si perpetuano ormai da troppo tempo. L’AeCI intende porre in essere ogni azione legale a tutela della propria integrità ed immagine. Si evidenzia, infine, che gli ISPETTORI delle FINANZE non hanno evidenziato NULLA DI RILEVANTE nella loro recente ispezione.
Gen. Giulio Cacciatore
________________________________________________________________________________________
Incredibile. Probabilmente il Gen. Cacciatore non ha letto l’atto di citazione della Corte dei Conti e non sa che:
1 – Le accuse non sono rivolte ad AeCI né al suo Commissario, ma personalmente all’Arch. Giuseppe Leoni
2 – Le denunce non sono state presentate dalle Federazioni Sportive Aeronautiche,ma dalla Procura Generale del Lazio presso la Corte dei Conti  e questo dopo che, ai sensi di legge, l’arch. Leoni era stato invitato a presentare le proprie giustificazioni; giustificazioni rutenute non sufficienti visto che la Procura presso la Corte dei Conti ha portato avanti l’azione notificando l’atto di citazione per danno erariale, citando l’Arch. Leoni a “comparire dinnanzi alla Corte dei Conti, sezione giurisdizionale per il Lazio, in Roma, per l’udienza che sarà fissata con decreto del Sig. Presidente della suddetta Sezione, per ivi sentirsi condannare al pagamento della somma di euro 18.976,27 oltre spese, interessi e rivaluitazione fino al soddisfo” (la somma si riferisce alle parcelle legali di euro 15.276,27 per una causa per diffamazione intentata da Leoni a titolo privato e fatturata con apposita delibera all’AeCI che non si era costituito nell’azione legale, e alla somma di euro 3.700,00 per l’acquisto di un orologio di lusso donato all’attore Luca Ward senza, come è scritto nell’atto di citazione, fornire neanche le prove dell’avvenuita consegna; le due delibere sono state ritenute illeggittime dalla Corte dei Conti, che sta ancora indagando sulla vera e propria “tegola”, l’affaire FAI che rischia di costare al “povero” Arch. Leoni qualcosa come 100.000 euro tra danno, interessi e rivalutazioni – ndr)
3 – Le motivazioni addotte dalla Corte dei Conti sono tutt’altro che pretestuose, essendo puntualmente circostanziate dal Magistrato.
4- Ma soprattutto appare intollerabile che il direttore generale di un Ente pubblico impieghi il proprio tempo, e quindi i soldi di noi contribuenti, scrivendo lettere di sostegno elettorale a un candidato che è stato citato per danno erariale all’Ente che lo stesso DG Cacciatore rappresenta! Nulla da dire se lo avesse fatto la sera da casa senza firmarsi DG AeCI; ovviamente! Il tutto travisando realtà processualmente chiarissime al solo fine di favorire il candidato arch. Leoni invece di prendere le dovute distanze da esso comportandosi, come deontologia vorrebbe, quale legale rappresentante di quell’Ente pubblico che oggi è la effettiva parte lesa così come  individuata dalla Procura Generale della Corte dei Conti.
5 – Il DG Cacciatore “minaccia” ogni azione legale a tutela della propria integrità e immagine, ma l’AeCI non è stato mai denigrato da alcuno, anzi, E’ PARTE LESA! Probabilmente mastica poco di codici di procedura penale perchè alcuni avvocati hanno ravvisato in tale lettera, e nel tempo dedicato ad essa, tempo pagato con i soldi dei contribuenti, con i nostri soldi, il reato di cui all’Art. 323 del codice penale, e in base a quello intendono agire verso “Il Cacciatore”.
Io lo avevo già scritto: se “Il Cacciatore” continua con questa mira, prima o poi si fa male.
Rodolfo Biancorosso

Info newaeci
appassionati di volo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: