Comunicato Conferenza Generale FAI 2012

Entrando nel sito internet dell’AeCI viene riproposto in prima pagina un comunicato vecchio di oltre sessanta giorni, dove si annuncia con toni trionfalistici l’elezione dell’Ing. Andrea Tommasi a membro della CASI/FAI in rappresentanza dell’Italia.
Il merito di questo successo e di tanti altri (che nessuno conosce), viene imputato all’avanzamento di classe in ambito FAI, come se i successi si potessero acquistare.
Dopo la lettura di questo comunicato ci si chiede quali siano le dimensioni di questo grande successo, per quale ragione siamo passati dalla terza alla prima classe visto che le classi di appartenenza la FAI le assegna in base al numero di praticanti sportivi. Tutte queste risposte si trovano nei verbali delle Conferenze generali della FAI (C.G.FAI) degli anni 2009/2010/2011/2012.
Premesso che l’Italia, all’interno della FAI (85 Membri Attivi), ha sempre goduto del rispetto e dell’importanza di un membro fondatore della FAI, davanti all’Italia vi erano solo Germania, Francia (seconda classe) e USA (prima classe). La terza classe prevede un numero di praticanti sportivi min. 30.000 max. 100.000. Oggi siamo di prima classe, per la quale è previsto un numero minimo di 200.000 praticanti (dove sono in Italia 200.000 praticanti?).
Viene spontaneo chiedersi cosa ci siamo andati a fare in prima classe e perché ci è stata concessa. La risposta la troviamo nel verbale della C.G.FAI 2009: all’Italia si chiedono le ragioni del mancato pagamento alla FAI di USD. 300.000 (rights fee) e di EUR 30.000 (International distribution rights) da parte degli organizzatori dei WAG 2009 e come recuperare questi importi.
Nel C.G.FAI 2010 troviamo la proposta di transitare l’Italia dalla terza alla prima classe. Lo scopo è quello di recuperare da parte della FAI il credito che vanta nei confronti degli organizzatori dei WAG. In sostanza l’AeCI dai 36.000,00 EUR annui passa ai 78.000,00 EUR, la permanenza in prima classe era a tempo determinato (2010/2011) ma pare che anche nel 2012 si sia provveduto all’iscrizione.
Nella Air Sport General Commission (CASI) vi sono 10 posti riservati ai Membri Attivi della FAI di cui 5 vengono eletti a rotazione ogni anno fra i Membri Attivi della FAI che si candidano e restano in carica per due anni. La candidatura dell’Ing.Tommasi per l’Italia è stata presentata nel 2010 e 2011, sempre bocciata a favore di Membri Attivi di classe inferiore alla nostra, i quali non hanno bisogno di passaggi di classe per essere eletti.
Finalmente quest’anno il nostro delegato è stato eletto, anche se la sua elezione ci è costata come un aereo nuovo (€ 126.000,00), il “grande” e unico risultato ottenuto con tre anni di prima classe.

Info newaeci
appassionati di volo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: