C’è posta per te….2

Spett.le Lega Nord Padania                                      e per conoscenza  Corte dei Conti – Roma

Segreteria Federale                                                    Pres. Luigi Gianpaolino fax 06/38763477

Via Carlo Ballerio, 41 – 20161 Milano                     Dott. Raffele Squitteri fax 06/38763556

Fax 02/6454475                                                        Ministro dei Trasporti  fax 06/44267283

Ministro della Giustizia fax 06/68897951

Politici del Varesotto e della Padania

 

 

Faccio seguito alla mia del 17/04/12 spedita a mezzo fax, che allego alla presente.

A tutt’oggi, non mi risulta alcuna pulizia al “vostro interno” riguardo il Sen. Giuseppe Leoni, che secondo la trasmissione “Le Iene” del 22/03/12, avrebbe usato i soldi dell’aeroclub d’Italia, Ente Pubblico, quindi degli Italiani, per pagare una spesa personale.

Non risultando alcuna smentita, potrebbe trattarsi veramente di “peculato”. Il reato, art. 314 C.P., riporta “Il Pubblico Ufficiale o l’incaricato di pubblico servizio, che avendo per ragioni del suo ufficio, il possesso o comunque la disponibilità di denaro o di altra cosa mobile, se ne appropria, è punito con la reclusione da 3 a 10 anni”. La procedibilità è d’ufficio, quindi sarà valutata dalla Corte dei Conti di Roma, Presidente Luigi Gianpaolino, al quale anche questa lettera è stata spedita oggi a mezzo fax per conoscenza e in seguito ogni due giorni.

La Corte dovrà pure deliberare sui danni erariali arrecati all’Ente, causati dalla rovina dei cinque elicotteri della flotta della Scuola Nazionale Elicotteri, la conseguente Responsabilità Amministrativa e Civile e dovrà pubblicare la sentenza, come previsto dall’art. 186 C.P.

La nomina del Sen. Giuseppe Leoni, a Commissario dell’AeCI, scaduta il 17/04/12 è stata rinnovata dal Governo.

La legge n. 60 del 1953 prevede:

Art. 1. I membri del Parlamento non possono ricoprire cariche o uffici di qualsiasi specie, in Enti Pubblici o Privati, per nomina o designazione del Governo.

Come è possibile che la legge sia stata violata il 17/12/2010 dal vecchio Governo, con un decreto cofirmato dal Ministro dell’Interno Roberto Maroni, nominando il Sen. Giuseppe Leoni Commissario Straordinario dell’AeCI, prevedendo al punto n. 4 del decreto di nomina, la possibilità di un eventuale indennizzo per l’espletamento dell’incarico, per un periodo di sei mesi, rinnovato più volte e ultimamente dal nuovo Governo il 17/04/12?

Se la legge è ancora valida, è stato reiterato un reato.

Ho segnalato, più volte, quanto sopra al vecchio Governo, alla Corte dei Conti, al nuovo Governo; nessuno mi ascolta, nessuno mi risponde, nessuno provvede e nessuno mi querela.

È possibile che solo gli ingenui si stupiscano, se chi deve vigilare sul rispetto della legge, resti indifferente e la politica si serva dell’omertà dei suoi rappresentati per interessi personali di partito, alle spalle di chi li ha votati?

CHIEDO all’ex Ministro dell’Interno e coordinatore della Lega Roberto Maroni, quanto devo aspettare perchè “sia fatta pulizia al nostro interno, senza guardare in faccia a nessuno” come da Lei dichiarato il 14/04/12 sul giornale La Padania.

I reati non si cancellano con la restituzione dei soldi sottratti; per fare pulizia “al vostro interno” di chi ha rubato il soldi della Lega e del suo co-fondatore Sen. Giuseppe Leoni, che ha usato i soldi dell’AeCI quindi degli italiani, per pagare un suo conto personale, occorre la querela “applicando il principio che chi sbaglia paga” come ha affermato lei il 14/04/12 ore 13.10 al TG2, in caso contrario “cosa paga”?

Mi rendo conto che, “accertando le responsabilità”, chi ha rubato, costretto a difendersi possa sollevare i dubbi su chi non sapeva ma anche su chi controllava, quindi è meglio non querelare, ma gli italiani non sono tutti ingenui e creduloni e se ne sono resi conti che oltre a “Roma ladrona” che ruba alla luce del sole, esiste pure “Padania ladrona” che ruba al buio.

Le dimissioni, non estinguono il reato, ex Ministro dell’Interno, occorre la reclusione, ma il polverone sollevato dalle scope potrebbe danneggiare la salute dei presenti, quindi forse, meglio non usarle.

Ma io sono certo, che Lei non si farà intimidire dalla polvere e rispetterà le promesse fatte; vero, Sen. Maroni, che rispetterà le promesse fatte, in caso contrario chi le crederebbe più “al vostro interno”? Stia tranquillo, chi ha rubato le crederà ancora.

 

Lugo, 10 maggio 2012

 

Enrico Spazzoli, Via Aspromonte, 16 – Lugo  fax 0545/26513, ex Presidente dell’Aeroclub di Lugo per 27 anni e per 21 della Scuola Nazionale Elicotteri.

Info newaeci
appassionati di volo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: