Caso Leoni: la rabbia trasversale

di Fabio Cormio – 31 luglio 2012 | Three Green

Ironia e stupore dai principali quotidiani e sdegno dalle federazioni sportive, mentre da Camera e Senato partono appelli bipartisan al governo e critiche all’indifferenza di Passera. Ma c’è anche chi minimizza

I malumori riguardo all’emendamento alla Spending Review col quale il senatore Leoni si è fatto prorogare per un anno nel suo ruolo di commissario straordinario sono particolarmente diffusi, tanto che nei giorni scorsi la vicenda ha occupato le prime pagine di alcuni quotidiani nazionali, fino ad essere definita “oscena” da Sergio Rizzo sul Corriere della Sera (28 luglio). “Il leghista che ha inventato il volo perpetuo”, ha titolato invece Mattia Feltri su La Stampa, lo stesso giorno.

Un mal di pancia virale che ha contagiato politici, giuristi e personaggi legati al mondo dell’aviazione, a partire dalle varie federazioni sportive che, per il tramite di un documento congiunto, “esprimono la loro più profonda indignazione e rammarico”. “Ricordiamo – si legge nella lettera firmata dalle federazioni di Volo Libero, Paracadutismo Sportivo, Aeromodellismo, Velivoli Storici ed Amatoriali – che Leoni si è segnalato per essere stato incapace ad assolvere il mandato conferitogli, come deliberato dal Consiglio di Stato, per aver sprecato denaro pubblico nella gestione dell’ente, per aver compiuto atti che integrano l’abuso di potere, per aver distratto denaro pubblico compiendo azioni che sono state denunciate per peculato e truffa ai danni dello Stato. Maggior rammarico suscita il fatto che la proroga dell’incarico di Commissario Straordinario sia inserita in un decreto che dovrebbe prevedere un risparmio di spesa”.

La lettera delle federazioni si chiude con la speranza “che l’emendamento in questione venga immediatamente ritirato e che finalmente il Governo intervenga (…) nominando un Commissario individuato in persona capace a svolgere il chiaro e semplice mandato”.

“L’andamento di questa vicenda è perfettamente coerente col modo di operare caro a Leoni – commenta l’on. Enzo Raisi, di FLi, che più volte ha richiesto al Governo di entrare nel merito della questione . “Mi limito a sottolineare l’incompatibilità di un parlamentare con la direzione di un ente che fa capo a un ministero: non a caso, a suo tempo il presidente della camera Fini invitò deputati e senatori a smarcarsi da quest’ambiguità e Leoni rappresenta oggi un’eccezione. Teniamo anche presente che attualmente il suo incarico è scaduto, lui non ha il diritto di sedere su quella poltrona. Solo il Governo può risolvere la questione togliendogli l’incarico e rivolgo ancora una volta il mio appello al ministro Passera”.

A manifestare sconcerto per la vicenda anche il senatore radicale Marco Perduca. “Dopo che lo stesso Leoni mi aveva assicurato di aver fornito agli uffici i dettagli necessari per un’esaustiva risposta alla mia interrogazione, si scopre che proprio lui, invece di facilitare la risposta, nottetempo s’è fatto prorogare l’incarico di Commissario AeCI ancora per un anno. A questo punto è necessario fare piena chiarezza in tutte le sedi competenti, soprattutto per comprendere quale opportunità, o segreto, si celi dietro alla posizione di Commissario dell’Aero Club d’Italia”.

Getta acqua sul fuoco l’onorevole del PdL Osvaldo Napoli: “Certo, il fatto che Leoni si sia firmato da solo l’emendamento fa una brutta impressione ma secondo me è stata semplicemente un’incomprensione col collega leghista Garavaglia che aveva presentato lo stesso documento in precedenza. Probabilmente non si sono parlati. Ma queste cose lasciano il tempo che trovano: di certo il senatore è una persona estremamente capace. Il resto sono polemiche inutili che non mi interessano”. Napoli non si pronuncia quindi sugli aspetti giuridici della vicenda e di fatto sposa la tesi del presidente del Coni Gianni Petrucci il quale, solo pochi giorni fa, aveva dichiarato a L’Espresso che “il senatore ha gestito al meglio l’Aero Club d’Italia”.

Ringhia invece l’avvocato Luca Biagi, già autore di una denuncia alla Corte dei Conti a carico di Leoni per peculato.
“Apprendo questa mattina (il 30 luglio, ndr) l’ennesimo scandalo: a parte il noto emendamento presentato dallo stesso Leoni, è comparso solo poche ore fa un decreto ministeriale del 18 luglio, secondo me retrodatato, che conferma il senatore nel ruolo di commissario per due mesi. Il che non ha senso, visto che di certo Leoni non potrà assolvere al suo incarico (cioè formulare un nuovo statuto dell’AeCI in conformità alla legge Brunetta, ndr) in soli sessanta giorni, non essendoci riuscito in oltre un anno (lo statuto recentemente presentato è stato bocciato dal Consiglio di Stato, ndr). Ma soprattutto – continua Biagi – amareggia la palese connivenza del Governo che non ha mai risposto alle interrogazioni parlamentari in merito alla questione, anzi ha omesso di verificare e di notificare all’autorità giudiziaria, atto dovuto ai sensi del codice penale. Per non parlare dell’incoerenza della Lega: Maroni non aveva ordinato ai suoi ‘via da tutte le poltrone Romane’? Perché ora sta zitto? A chi, nel Governo, fa comodo che Leoni stia lì? È molto triste – conclude Biagi – dover constatare quanto facilmente le leggi possano essere ignorate da chi ha il potere: l’articolo del 1954 con cui si istituì l’Aeroclub d’Italia sancisce che un eventuale commisariamento non possa durare più di un anno. Qui invece siamo arrivati a 28 mesi”.

Ovviamente negativo anche il giudizio di Antonio Borghesi, Italia dei Valori, già autore di due interrogazioni parlamentari a riguardo: “in una mi riferivo al palese contrasto della nomina di Leoni con la normativa vigente, nell’altra chiedevo conto di alcuni provvedimenti del senatore quantomeno singolari, ad esempio consulenze esterne ingiustificate. Voglio credere che il Governo, e in particolare il ministro delle infrastrutture e dei trasporti (cioè Corrado Passera, il cui intervento è già stato invocato da Raisi, ndr), faccia piena luce sulla vicenda e rimuova Leoni. In caso contrario, dovremmo porci delle domande”

Info newaeci
appassionati di volo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: