Democrazia, cambiamenti e un possibile grande inganno

Oggi c’è necessità e urgenza di democrazia diretta, e non solo in politica. Le recenti vicende dell’Aero Club d’Italia sono emblematiche: una gestione che pur scontentando la maggior parte dei piloti è andata avanti con arroganza, contro le stesse leggi e contro lo stesso statuto ancora in vigore, cercando di sopravvivere a se stessa anche oltre il limite della decenza, è improvvisamente crollata; è crollata a opera di una vera e propria forma di democrazia diretta che si è espressa con vigore attraverso i mezzi di informazione, attraverso l’azione di singoli e di associazioni, dimostrando che è possibile cambiare le cose semplicemente agendo, anche senza fare rivoluzioni. Andate a pag. 48 e troverete il parere con il quale il Consiglio di Stato rigetta in toto la proposta di statuto che il commissario straordinario Leoni aveva presentato per blindare l’AeCI, trasformarlo in ente culturale e appropriarsene a vita. Il Consiglio ha recepito in pieno tutte le motivazioni contenute nel ricorso presentato dalle federazioni sportive (a eccezione della FIVU che ha appoggiato questa gestione illegale), e sostenute dalla stampa di settore, da quella nazionale e financo dalla TV: ci sono volute le Iene per far capire a tutta Italia chi fosse a gestire un settore che dovrebbe essere guidato dalla passione e dalla competenza. La stessa democrazia diretta che alle recenti amministrative ha dato dignità e spessore all’astensione (un italiano su due non ha votato ai ballottaggi, quello sì un vero “non voto” di protesta) valorizzando al massimo il voto stesso, il voto di coloro che si sono recati alle urne e che hanno urlato la necessità di cambiamento di facce e di apparati, mandando un ultimo segnale a una classe politica decotta e annebbiata da privilegi che sembrano ormai diritti acquisiti e irrinunciabili, corrotta e rapace (provate voi a dare l’ok a rubare 23 milioni di euro da un qualsiasi bilancio di azienda e provate poi a dire che non ve ne eravate accorti; che dite, vi crederebbero?).

Un cambiamento è imperativo, e ancora in molti non lo hanno compreso. I corrotti, i dirigenti in malafede, quelli in buonafede ma incapaci, quelli che mirano a mantenere un piccolo o grande privilegio o una più o meno significativa poltrona, quelli che non si guardano allo specchio la mattina perché un po’ si farebbero schifo, se ne devono andare via. Adesso. Prima che siano costretti a farlo con il disonore di un sonoro pernacchio nazionale o del calcio nel didietro (perché prima o poi arriva). Voi che avete fatto scempio del mondo del volo, se vi resta un minimo di dignità fate un passo indietro e lasciate che forze nuove, giovani, pulite, magari ancora inesperte, si diano da fare per tutelare gli interessi dei piloti. Andate a casa adesso, lasciando almeno il ricordo di un gesto tardivo. Sabato 19 maggio ho partecipato all’Assemblea FIVU portando una proposta che è stata accolta, la creazione di un gruppo di lavoro per decidere il futuro assetto della federazione e per farlo dal basso, dando voce a tutti i piloti. In pochissimo tempo, dopo essere stata praticamente azzerata per una scelta politica non condivisa dalla maggioranza della base di praticanti, potrebbe diventare nuovamente la casa di tutti i piloti in regime di democrazia diretta (una testa un voto), mantenendo anche lo status di FSA per portare le istanze stesse dei piloti nelle sedi istituzionali con una voce unica e riconosciuta. I metodi per farlo ci sono ed è compito del gruppo di lavoro trovarli, così come è compito nostro, degli organi di informazione, tenere aggiornati tutti in tempo reale su quello che si sta facendo.

Chiudo con una considerazione sulla funzione e sulle potenzialità di Internet, della “rete” , che sono enormi, ma rischiano di trasformarsi in un “grande inganno” se autoreferenziali e scollate dal mondo reale, dall’economia “solida”. Il Movimento Cinque Stelle tramite la rete, utilizzandone e valorizzandone le potenzialità, ha dato una spallata alla politica mummificata dei partiti, ma se non avrà la controprova dei fatti organizzando (ahimé, prima o poi lo deve fare) una serie di strutture sul territorio, sarà solo una stagione a termine, come tante ne abbiamo avute. L’uso della rete come strumento di opinione e di informazione ha fatto circolare idee, ma a volte non ha prodotto risultati positivi nel mondo reale, anzi: si sta osservando (anche nel settore specializzato del volo, in Europa come negli USA) un fenomeno che nessun analista era stato capace di prevedere, e cioè che le versioni gratuite on line delle riviste e dei quotidiani cartacei incidono negativamente sull’economia generale delle testate; non lo dico io, lo dicono i distributori in termini di migliaia di copie vendute in meno; di contro è ancora difficile vendere in numeri significativi le riviste e i quotidiani on line e la raccolta pubblicitaria ovviamente ne risente, probabilmente per la ancora insufficiente informatizzazione della gente comune. La rete, nell’economia dell’informazione, potrebbe rivelarsi un grande inganno: utilissima come strumento di comunicazione e di servizio (basti pensare alla possibilità di dare notizie in tempo reale o alla libera circolazione di idee sui forum e sulle mailing list), un flop come strumento di economia reale. E prima di darmi dell’eretico o del fazioso chiedete a coloro che hanno perso alcune centinaia di milioni di dollari in un solo giorno, dopo la quotazione in borsa del network Facebook, sopravvalutato dalla rete e immediatamente ritenuto “fragile” nel tempo dagli analisti che operano nel mondo reale.

Info newaeci
appassionati di volo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: