AERO CLUB: RAISI (FLI), GOVERNO MALE INFORMATO SU QUESTA VICENDA GROTTESCA

(AGENPARL) – Roma, 26 apr –  “Nella risposta di oggi al Question Time sulla riconferma del senatore Leoni a commissario dell’Aero Club d’Italia, il Governo ha dimostrato ancora una volta di non conoscere i termini del problema e di essere male informato dagli uffici dei ministeri competenti”. Lo ha sottolineato il deputato di Fli, Enzo Raisi, nella replica al Question Time di oggi.

“Il ministro Giarda – ha affermato Raisi – ha infatti giustificato la riconferma di Leoni con la complessità dell’iter di approvazione del nuovo statuto: nulla di più falso. Secondo quanto previsto dalla legge Brunetta, il nuovo statuto deve prevedere solo la modifica da 10 a 5 componenti del consiglio: ogni ulteriore modifica non solo non e’ prevista ma non e’ legale. Non a caso – ha proseguito Raisi – il Consiglio di Stato pochi giorni fa ha già respinto il testo presentato da Leoni, sottolineando tra l’altro che era stato presentato senza i pareri dei ministeri competenti e, fatto molto anomalo, senza il parere della direzione generale del trasporto aereo, tenuta all’oscuro di tutta la vicenda. Ed e’ stato respinto anche perché firmato da un funzionario che non aveva alcun titolo per farlo. In questa sua opera di basso cabotaggio, Leoni trova la sponda del vice capo di gabinetto, la dott.ssa Maria Teresa Di Matteo, che dovrà ora spiegare nelle sedi competenti questi suoi anomali comportamenti visto che a questo punto tutta questa situazioni avrà degli strascichi penali, civili e amministrativi. Perché la dott. ssa Di Matteo ha fatto presentare il novo statuto al Consiglio di Stato senza il rispetto delle procedure? A breve faremo una ulteriore interrogazione su questo specifico aspetto – ha aggiunto il deputato di Fli -. Questa vicenda sta assumendo una dimensione grottesca, ogni regola e’ stata violata e se ciò era comprensibile nel precedente governo, visto che il senatore Leoni e’ commissario dell’Aero Club solo in funzione di essere componente del noto cerchio magico di Bossi, oggi non e’ più tollerabile. Il governo tecnico e’ stato chiamato anche  per porre fine a queste anomalie di una vecchia politica che disprezzava le regole e premiava i rapporti personali con i potenti in spregio alle leggi vigenti. Il commissario senatore Leoni si deve dimettere e il governo, dopo i tanti interventi in questo senso fatti dai rappresentanti di tutti i partiti presenti in Parlamento, deve immediatamente procedere alla sua sostituzione e alla verifica del comportamento mantenuto su questa vicenda dalla dott.ssa Di Matteo”, conclude Raisi.

Info newaeci
appassionati di volo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: