Giuseppe Leoni il cattolico che va in cielo grazie all’ Aero Club

Da http://www.lindipendenza.com i TONTOLO

Tutti i venerdì, caschi il mondo, non mi perdo a mezzogiorno la trasmissione dei Cattolici Padani su Radio Padania Libera. É puro cabaret, teatro del nonsenso, con il Giuseppe Leoni (nella foto col farfallino d’ordinanza) nel ruolo di primo attore e tre o quattro chierichetti che gli fanno da spalla: riescono a dire delle barzellette straordinarie senza mai ridere. In mezzo il Giuseppe non perde occasione per fare predicozzi sull’onestà, la verginità e i fioretti che si devono fare per andare in cielo.

Lui in cielo ci va tutti i giorni perché è Presidente, Commissario e Factotum dell’Aeroclub d’Italia. Chissà come è virtuoso, chissà che bei fioretti che fa il Giuseppe tutti i giorni che il Signore manda in terra.

Invece l’altro giorno quei balabiotti de Le Jene gliene hanno dette di tutti i colori, che ha dato dei soldi pubblici  a dei privati, e che si è fatto pagare la parcella dell’avvocato dai contribuenti. Il Giuseppe non farebbe mai una roba del genere e sicuramente Le Jene sono una banda di comunisti, protestanti e bestemmiatori.

Tutti i devoti si aspettavano che il Giuseppe – come ha sempre predicato di fare – si sarebbe alzato a dire la verità e a sputtanare quella banda di farisei, che non so chi erano, ma erano dei balossi. E infatti lunedì su Radio Padania interviene per tuonare la sua omelia: un belatino. Ha detto in 6 secondi che l’Aeroclub è un ente pubblico e i conti sono controllati dallo Stato. Roba che sappiamo tutti e che c’è anche sulla sentenza mostrata in televisione. Poi è stato lì un bel dieci minuti a parlare d’altro come se niente fosse. Tutti si aspettavano che dicesse qualcosa nella trasmissione liturgica del venerdì e invece la trasmissione non c’è neanche stata: solo musica e interventi registrati su altra roba. Insomma il prevosto Giuseppe non si è fatto vedere, ma neanche gli altri officianti, chierichetti e sacrestani che celebrano la trasmissione con lui.

Giuseppe Cuor di Leoni non si è presentato sul pulpito.

Forse crede che quello di cui sia accusato è uno di quei peccatini del put da liquidare con tre o quattro Ave_Pater e Gloria. Di sicuro  confonde il confessionale con il tribunale. Intanto io mi sono perso il mio cabaret del venerdì

Info newaeci
appassionati di volo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: