Un Presidente chiede solidarietà al Barone Verde

Caro Presidente,

siamo un gruppo di Presidenti di Aero Club federati all’AeCI che sentono la necessità di scriverTi per  manifestarTi tutta la nostra solidarietà dopo l’ultimo dei numerosi attacchi dei soliti noti soggetti.

L’occasione è buona per fare un po’ il punto della situazione.

I Tuoi, i nostri, avversari dicono “riprendiamoci l’AeCI “, quasi che in passato l’AeCI fosse stato loro.

L’AeCI è una federazione di associazioni a fini didattici, turistici e sportivi, che sono gli Aero Club.

Una volta c’era un Aero Club per provincia e le specialità “minori” non avevano la libertà di potersi costituire liberamente.

Ma con la modifica dello statuto da Te varata, questo vincolo è venuto a cessare e gli Aero Club possono essere costituiti anche dai soli praticanti le specialità minori.

Cessato il vincolo si pensava che questi Club sorgessero e si federassero all’AeCI.

Nulla di più sbagliato, gli Enti aggregati erano e sono in gran parte imprese commerciali mascherate da società sportive (l’aspirazione a non pagare le tasse è comune a molti), sicchè non si sono trasformati in Aero Club e continuano a rimanere enti aggregati; non devono così adottare lo statuto tipo degli Aero Club locali, che impedirebbe loro il fine di lucro e li obbligherebbe a regole democratiche, quali ad esempio,  la rotazione delle cariche, che mal si attaglia ad una attività commerciale.

Essi preferiscono riunirsi in fantomatiche federazioni, delle quali non si può mai valutare la consistenza, anche perché le raccolte di firme che questi fanno, comprendono mogli, zie suore, fidanzate ecc..

Nel corso dell’ultimo consiglio del quale hanno fatto parte tutti i membri delle federazioni, molto spazio è stato dato alle federazioni medesime, che dovrebbero essere esclusivamente “sportive” e non occuparsi né di aspetti turistici né di aspetti didattici ma concentrare appunto la propria attività nell’organizzazione di eventi sportivi.

La CCSA le ha riempite di denari pubblici e questi sono serviti non già a sviluppare lo svolgimento dell’attività sportiva, ma a fini tutti diversi: corsi per istruttori, corsi per la sicurezza volo, ecc…che con lo sport non hanno un legame diretto e che si sovrappongono ai compiti istituzionali dell’AeCI.

Il Consiglio Federale che ne è sortito ha fatto sì che un Consiglio che doveva essere l’espressione delle  società federate all’AeCI, e cioè degli Aero Club, era l’espressione della lobby delle federazioni.

E’ da notarsi che l’AeCI è ente pubblico perché organizza nel nostro Paese le scuole di volo a motore, che garantiscono il ricambio della classe dei piloti, ciò che è visto dallo Stato come una cosa di pubblico interesse, mentre le altre specialità non hanno tale caratteristica.

Non possiamo non ricordare il vergognoso tentativo di destituirTi per incompatibilità con la Tua carica da Senatore, incompatibilità peraltro rivelatasi insussistente.

Vieni accusato di tutto e di più, ma solo chi non è in buona fede, a parere nostro, può pensare di volere eliminare un Presidente che come primo atto del suo mandato ha abolito l’indennità presidenziale (150 milioni di lire di allora) ed ogni altra forma di retribuzione più o meno mascherata: persino i rimborsi sono a piè di lista.

Giù le mani di questa lobby dall’AeCI, dunque, e Tu, Presidente, resisti come hai sempre resistito.

Hai la solidarietà di tutti noi.

Info newaeci
appassionati di volo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: